quinta-feira, 27 de agosto de 2009

O ZeroFilme vai a Roma














INTERNATIONAL EXPERIMENTAL FILM AND VIDEO FESTIVAL

15-19 OTTOBRE 2009
ROMA
NUOVO CINEMA AQUILA


Aggiungere logo festival
Aggiungere logo Rarovideo


FishEye è un festival internazionale incentrato su tutte le forme dell’audiovisione e, in particolare, sui linguaggi della sperimentazione e della non-fiction che attualmente rappresentano il terreno più interessante per l’applicazione della nuove tecnologie.

FishEye (titolo che prende spunto da un particolare obiettivo che produce deformazioni grandangolari) è uno degli eventi collaterali del Festival Internazionale del Film di Roma che si svolgerà dal 15 al 23 ottobre.

Ideato e diretto da Bruno Di Marino, studioso dell’immagine in movimento ed esperto in particolare di sperimentazione audiovisiva, FishEye è prodotto dal Nuovo Cinema Aquila, sala cinematografica situata nel quartiere Pigneto di Roma, uno dei punti di riferimento per eventi culturali di grande qualità. Fish-Eye è realizzato in collaborazione con l’assesorato alle politiche culturali del Comune di Roma e con RaroVideo.

Quest’anno si celebra il Centenario del primo manifesto futurista e, dunque, FishEye vuole idealmente collegarsi, nel suo nascere, a questo movimento che ha rivoluzionato l’approccio all’arte in tutte le sue forme, in una logica sinestetica oggi più che mai di una sconvolgente attualità.
L’idea stessa di movimento, velocità e simultaneità, alla base di tante teorie e opere dei futuristi, la loro attenzione per il cinema, come forma “antipassatista” d’arte - che avrebbe dovuto affrancarsi dalla letteratura e dal teatro, per avvicinarsi alla pittura e alla musica - ha posto le basi per la produzione di film sperimentali che, dalla metà degli anni ’10 fino ai giorni nostri, ha mutato profondamente il sistema percettivo, tecnologico, culturale ed estetico.

FishEye non vuole essere un festival per pochi appassionati. La sua ambizione è quella di far conoscere ad un pubblico sempre più vasto le esperienze audiovisive maggiormente innovative nel campo della videoarte, del videoclip musicale, dell’animazione, del web, delle installazioni (anche quelle interattive) ecc., attraverso la proiezione di opere ma soprattutto mediante l’incontro con autori di livello internazionale, cui saranno resi omaggi anno per anno. Vi saranno diverse anteprime nazionali e anche internazionali.

In Italia esistono varie manifestazioni dedicate a singole forme audiovisive sperimentali soprattutto a corto metraggio: dalla videoarte all’animazione, dalla web art al videoclip musicale; tuttavia non c’è una manifestazione che esplori in modo sistematico questi diversi “generi” dell’immagine in movimento, trattandoli in modo strettamente correlato, come tasselli di un’unica storia che affonda le radici nell’era pre-cinematografica e giunge fino al digitale.

Concettualmente le nozioni di “cinema” e “video” oggi appaiono desuete e bisogna più semplicemente cominciare a parlare di “immagine in movimento”. Allo stesso tempo la narrazione non è più un macrogenere, ma un’opzione tra le tante che si mescola in opere che contemplano un approccio ora più creativo ora più documentaristico.


Le sezioni del festival

Travelling
Raccoglie il meglio della sperimentazione audiovisiva internazionale del biennio 2008-2009. I film e i video saranno di durata non superiore ai 30 minuti. La sezione è competitiva e una giuria di esperti assegnerà il premio RaroVideo al miglior film o video.

Long Travelling
Presenta alcuni medio e lungometraggi che mescolano sperimentazione, documentario e anche narrazione.

Collection
Antologie e/o progetti collettivi curati da artisti e critici internazionali. In questa edizione il Fronte di Resistenza Analogica e il progetto Blind curato da Terry Flaxton.

Mono
Una serie di omaggi ad autori italiani e stranieri attraverso una retrospettiva delle loro opere più significative. I registi presenteranno le loro opere e dialogheranno con il pubblico.

Special Guest
Il tributo a una grande personalità del cinema che si muove tra la fiction e la sperimentazione.

Fish Eye Talk
Un musicista italiano commenterà i suoi videoclip preferiti, sia quelli realizzati per le sue canzoni, sia i music video di altri autori a cui è particolarmente legato.

Focus
Un piccolo approfondimento dedicato a un paese, quest’anno si tratta dell’Islanda. Ospite la performer e videoartista Ásdís Sif Gunnarsdottir.

Focus sull’ambiente
In sinergia con il Festival Internazionale del Film di Roma, anche Fish Eye ha deciso di dedicare una sezione alle tematiche ambientali, naturalmente mostrando opere decisamente sperimentali.

Omaggio alla PIXAR
In occasione dell’uscita del film Up di produzione PIXAR, che verrà programmato da venerdì 16 ottobre e per tutta la durata del festival nella sala grande del Nuovo Cinema Aquila in alcuni orari, Fish-Eye intende rendere omaggio alla casa di produzione americana e al suo fondatore John Lasseter, tra i primi a sperimentare con l’immagine computerizzata in 3-D.

Exposed
Prospettiva Mobile. 5 videoinstallazioni di arte animata
Collegate al festival saranno organizzate alcune mostre. La prima, che si inaugura il 3 ottobre in occasione della della 5a Giornata del Contemporaneo e sarà allestita per circa un mese presso l’Istituto Nazionale per la Grafica a Roma, prevede le installazioni video di cinque artisti-animatorii, ai quali Fish-Eye dedicherà brevi monografiche alla presenza degli autori. In occasione della mostra è prevista la pubblicazione di un catalogo con dvd allegato. Gli autori sono:
Leonardo Carrano
E.G.O.
Ursula Ferrara
Basmati
Virgilio Villoresi,


Extra: gli approfondimenti critici

Per quanto riguarda gli approfondimenti critici (incontri con gli autori, tavole rotonde) sarà avviata una collaborazione con una delle tre università romane, che prevede il coinvolgimento di docenti e studenti. Il collegamento non deve avvenire necessariamente con facoltà e cattedre di cinema e spettacolo, ma anche con cattedre e dipartimenti di arti visive e architettura.
La filosofia di FishEye - è quasi scontato dirlo - è quella di essere oltre che un festival sull’immagine in movimento, una manifestazione assolutamente interdisciplinare, dove invitare a riflettere sul futuro della rappresentazione audiovisiva oltre che cineasti anche filosofi, sociologi, linguisti e studiosi di comunicazione.


staff


direttore artistico
Bruno Di Marino

consulenti
Salviano Miceli
Federico Rossin
Ilary Valbonesi

direttore organizzativo
Edoardo Dell’Acqua

responsabile tecnico
Alberto Gresele

supervisore al programma
movimento copie
Domenico Vitucci

coordinatore e rapporti con le istituzionali
Fabio Meloni

rapporti con le associazioni culturali
Guido Morandini

responsabile della comunicazione
Serena Ardimento

Per informazioni:
b.dima@libero.it
info@cinemaaquila.com


Voltei da descida ao PARAISO...










sexta-feira, 7 de agosto de 2009

Lançamento na Velha-a-branca






ZeroFilme projectou-se no último vão de escada do edifício onde está instalada a associação cultural a Velha-a-branca. O espaço é muito bonito, o público foi pouco...
Obrigada João!

























A residencial aqui fotografada é a não voltar. Porqu
ê? Porque têm sinos gigantes debaixo da almofada e sinetas de alarme de entrada atrás da porta....

Rádio Rum

De passagem por Braga, onde se realizou mais um lançamento da revista Big Ode e do projecto ZeroFilme, concretizou-se uma entrevista à rádio Rum da Universidade do Minho.
Fica aqui o link e um especial agradecimento ao José Reis que é um excelente conversador.

http://www.rum.pt/index.php?option=com_conteudo&task=full_item&except=&catid=194&item=16967